• Volantini, Saldo punti fidelity e tanto altro sul tuo smartphone iOS Android
Almanacco di Barbanera
Non a tutte le ore

Non a tutte le ore

30 settembre, 2016

Con qualche eccezione

Sebbene il telefono sia diventato uno strumento di uso universale, serve per gli affari, per l’amore, per le amicizie, bisogna evitare di chiamare la mattina presto, la sera tardi e durante le ore dei pasti, orari in cui si rischia di essere importuni, salvo motivi urgenti. E in ogni caso ci si scusa sempre dell’ora. Le uniche eccezioni ammesse: precedenti appuntamenti o i buongiorno amorosi che rientrano in una consuetudine.

Il rosmarino

Il rosmarino

29 settembre, 2016

Amore per sempre

Il nome rosmarino deriva dal latino “ros marinus” che significa “rugiada di mare”. Predilige infatti le zone marine, dove nasce rigoglioso e spontaneo. A Roma e nella Grecia antica, quest’erba era considerata simbolo di fedeltà e veniva impiegata nelle cerimonie sia pubbliche che religiose. Immagine del ricordo e della rimembranza, questa pianta, presente nel corpus simbolico di molte tradizioni e culture, caratterizza eventi di tipo molto diverso, dai matrimoni ai riti funebri. Nel Medioevo, oltre al mirto le spose solevano portare rametti di rosmarino che, pianta sempreverde, rappresentava l’affetto duraturo e la fedeltà coniugale.

Pane dai mille usi

Pane dai mille usi

28 settembre, 2016

Riciclare in cucina.

“Mai buttare il pane!” raccomandavano le nostre nonne. E avevano ragione! Il pane raffermo può essere riutilizzato in tanti modi, ad esempio per preparare delle gustose bruschette. Le fette di pane devono essere dorate in forno per alcuni minuti, poi strofinate con uno spicchio d’aglio e bagnate con un filo di olio di oliva. In alternativa, si taglia il pane a tocchetti che si fanno tostare, sempre nel forno, poi si uniscono alla zuppa calda oppure al passato di verdure o a quello di legumi.

Per ben digerire

Per ben digerire

27 settembre, 2016

Un mix al naturale

Se il nostro problema è una digestione lenta, questo semplice rimedio, da preparare in casa, può esserci d’aiuto. Si tritano 30 g di liquirizia in un macina caffè, si mischiano con 30 g di argilla verde ventilata e 10 g di bicarbonato. Si conserva il tutto in un barattolino di vetro e se ne prende mezzo cucchiaino in due dita d’acqua quando se ne avverte il bisogno. Il sollievo è assicurato, dato che l’argilla tampona i succhi gastrici, la liquirizia stimola gli enzimi digestivi, mentre il bicarbonato neutralizza l’acidità di stomaco.

Salutare doccia fredda

Salutare doccia fredda

26 settembre, 2016

Per cominciare bene

I giapponesi praticano una forma di meditazione, il misogi, sotto una cascata gelida per ritemprare il corpo. Ma non è necessario tanto coraggio: lo stesso obiettivo può essere raggiunto con una veloce doccia fredda quotidiana. L’abitudine è stata approvata dalla scienza: chi comincia la giornata con l’idroterapia a freddo, dicono le ricerche, si ammala di meno. Inoltre l’acqua a basse temperature, secondo uno studio dell’università di Berlino, aumenterebbe il numero dei globuli bianchi.

Pratoline, non solo in terrazza

Pratoline, non solo in terrazza

24 settembre, 2016

Petali nel piatto

I fiori da “taglio” rallegrano il balcone, ma in alcuni casi possono essere usati anche in cucina. Fra questi, la pratolina, che fiorisce da marzo a novembre, adatta alla coltivazione in vaso, i cui petali si possono aggiungere all’insalata, così come le foglie e i petali del nasturzio, perfetti nei risotti, o anche il pisello odoroso, rampicante che profuma per tutta l’estate e si rivela impareggiabile con i piatti di verdure.

A proposito di vino

A proposito di vino

23 settembre, 2016

Secondo il galateo

Anche per il vino è necessario seguire poche, semplici regole dettate dal bon ton. Quando si offre del vino agli invitati, ci si deve ricordare di versarlo sempre dalla parte destra del commensale, facendo roteare dolcemente la bottiglia nel momento di rialzarla, in modo da non farne cadere neppure una goccia fuori dal bicchiere. Se invece si beve del vino freddo, si deve prendere il bicchiere tenendolo con le dita nella parte bassa dello stelo, in modo che non venga riscaldato dalla mano.

Antica ippoterapia.

Antica ippoterapia.

22 settembre, 2016

Andare a cavallo non solo per sport

Già intorno al 500 d.C. i greci curavano persone “difficili” facendole cavalcare. Ben prima, tra il V-IVsecolo a.C., Ippocrate raccomandava l'ippica contro l'insonnia. Niente di nuovo quindi se oggi andare a cavallo non è più solo uno sport ricreativo. Da qualche anno l'ippoterapia è una pratica sempre più diffusa nel recupero di diversamente abili, di bambini e giovani con problemi emotivi e di inserimento sociale. Più in generale, l'andare a cavallo favorisce il benessere dell'organismo con effetti positivi anche sull'autostima, donando coraggio ed equilibrio.

Frittata a regola d’arte

Frittata a regola d’arte

21 settembre, 2016

Le buone pratiche di Barbanera.

Anche cucinare una frittata può diventare un problema. La cosa più comune che può capitarci è quella di non riuscire a staccarla dal fondo e, di conseguenza, di non riuscire a rigirarla, e nemmeno a metterla nel piatto come si dovrebbe. A questo proposito un semplice coperchio si rivela provvidenziale: basta coprirci la frittata facendo in modo che chiuda ermeticamente la padella. Nel giro di due o tre minuti il vapore che si forma all’interno ci permetterà di staccarla con facilità.

Cibo per il buonumore

Cibo per il buonumore

20 settembre, 2016

Ci vogliono gli Omega 3

Il cibo mette di buonumore, e non solo i dolci, i pasticcini e le pizzette. Gli alimenti che assicurano maggiore serenità, concentrazione e un atteggiamento positivo, hanno in comune alcune sostanze preziose: gli Omega 3, noti per le funzioni cardioprotettive e antinvecchiamento, ma in grado di avere anche un effetto positivo sulla regolazione del tono dell’umore. Via libera, allora, ai cibi ricchi di Omega 3 come pesce, olio extravergine di oliva, cereali integrali, frutta e cioccolato.